XTERRA Malta: Serrieres non si ferma. Riou torna alla vittoria. Terza Marta Menditto.


Bisogna partire dalla voglia del team di Nathan Farrugia. Bisogna partire da loro perché in questo momento storico è molto più facile (e comprensibile) dire arrivederci al prossimo anno che rimboccarsi le maniche più di quanto non si faccia normalmente e portare avanti una macchina organizzatrice che necessità di più energie, di più persone, di più sforzi economici e regole da rispettare. A Malta tenevano fortemente a portare a termine una delle loro fatiche annuali targate XTERRA. Il team maltese infatti non organizza solo la gara “regina” e cioè il cross triathlon con il marchio XTERRA, ma altri numerosi eventi. Da Swim run a trail run è un susseguirsi annuale di appuntamenti. Li ringraziamo a nome di quanti sono riusciti ad appagare la loro fame e voglia di rimettere addosso il numero e una t-shirt XTERRA.

Carloni e Chanè nella frazione di Trail

Per quel che riguarda le restrizioni, a parte mascherina e distanziamento che sono stati rispettati in tutti i frangenti della giornata precedente e di gara, si sono aggiunte la partenza “a onde” per categoria e la mancanza di rifornimenti sul percorso, assicurati però dalla possibilità data ad ogni atleta di depositare le proprie borracce in punti strategici del percorso per poterne usufruire nei momenti del bisogno. Ben fatto guys.

Se tanti amatori a Malta hanno rinunciato, facendo probabilmente segnare un record negativo, gli elite hanno dimostrato di voler essere della partita e onorare l’impegno.

La crescita di Chanè nelle prime gare di stagione, ad agosto, è stata interrotta in Repubblica Ceca da Arthur Serrieres che lo avevo preceduto a Prachatice. Morgane Riou, di contro, dopo un inizio promettente ai campionati francesi non aveva trascorso un weekend molto proficuo in terra ceca.

Podio per Marta Menditto all'arrivo sulla bellissima spiaggia di Golden Bay

La sfida sembrava dunque segnata. Serrieres-Chanè, con outsider un Carloni in grande forma e la meteora impazzita Carabin capace di regalare prestazioni ormai non solo in mtb ma anche di corsa. Tra le donne, guardando i risultati delle ultime uscite, sembrava Marta Menditto la favorita di giornata con Riou e Wasle a seguire. Outsider Pauline Vie.

Solita partenza a razzo di Chanè in acqua ma che stavolta trova pan per i suoi denti, con il portoghese Vie che lo precede di poco seguito da Carloni e Serrieres. Ruzafa già nella prima frazione accusa un paio di minuti di ritardo dalla truppa.

L’uscita dall’acqua testimonia una Marta Menditto affaticata ma ancora in gara che chiosa: “Il terzo weekend di gare consecutivo ha giocato un brutto scherzo. Oggi non ne avevo rispetto alle altre.” Perderà la ruota delle compagne già dalle prime battute in mtb.

In testa si forma un gruppetto a tre con Carloni e Chanè che precedono Serrieres, attaccato alle ruote dei due francesi formando così un trenino tutto transalpino. Dietro Buffe e il portoghese scalpitano ma si attende l’arrivo di Carabin che puntualmente recupera diverse posizioni. Frazione sottotono rispetto ai suoi standard per Ruben Ruzafa. Non riesce a chiudere il gap e rimane sempre intorno alla 5 posizione. Crolla Menditto accusando un gap importante già nelle prima battute. Wasle, seconda, sembra in grado di andare a prendere Riou ma cede alla distanza ad una francese tornata costante e competitiva.

La tattica di Serrieres sembra ovvia. Tengo il treno e doso il gas in mtb sapendo che nella corsa attualmente non ce n’è per nessuno. Calcoli corretti e attacco feroce già in spiaggia per Arthur Serrieres che alla fine della prima arrampicata prende il largo e saluta i suoi due connazionali che rimangono invece appaiati. Carabin segna il miglior tempo in mtb ma a differenza di altre gare rosicchia solo un paio di minuti alla truppa dopo averne accusati oltre 5 nel nuoto. Il belga però non molla la presa e va a prendere il duo Organicoah andando alla caccia di Serrieres che però ha un vantaggio da gestire importante. Tra le donne non succede più nulla tranne che Carina Wasle arriva al traguardo semi svenuta a causa di fatica, caldo e disidratazione. Menditto si conferma sul podio e Riou torna alla vittoria dopo l’assenza ad XTERRA France e al quarto posto in Rep. Ceca.

Morgane Riou vince tra le donne

Serrieres taglia il traguardo a braccia alzate guardandosi le spalle dal ritorno di Carabin che fa segnare anche nell’ultima frazione il miglior tempo. Carloni stacca poi Chanè e chiude il podio di giornata.

Sempre piacevole correre in terra Maltese con standard che aumentano anno dopo anno. Il tracciato che a prima vista, geografica ed altimetrica, sembra molto semplice, in realtà presenta difficoltà di percorrenza molto importanti. Sconnesso, frastagliato, poco pedalabile. Terreno roccioso e infido a causa del quale si susseguono problemi tecnici e forature. Impossibile riposarsi. In qualsiasi momento della gara l’attenzione è al massimo livello per evitare perdite di contatto con il terreno e scivolate a causa dei cambi continui di fondo. Una menzione particolare va fatta sull’utilizzo del mezzo durante la frazione mtb. La full suspended è l’arma in più alla quale è difficile rinunciare in una gara del genere. Troppo utile avere un ammortizzatore posteriore che ti aiuta a copiare le asperità del percorso senza perdere grip in continuazione come invece capita con una front suspended. Lo diciamo guardando le bici dei pro, ma anche e soprattutto per nostra personale esperienza.

La stupendo passaggio della frazione di trail running

Una nota negativa, che riteniamo alquanto importante, è la mancanza di un degno servizio di noleggio, con mezzi all’altezza da poter essere utilizzati in gara.Il fatto non sta tanto nella prestazione in sé ma nella sicurezza che i mezzi messi a disposizione non garantiscono. Esperienza ancora una volta personale che necessiterebbe di maggiore attenzione per poter offrire un servizio che per una gara per la quale la scelta del trasporto aereo è obbligata, dovrebbe essere migliorata.

Soddisfacente il pasto finale con birra locale, Cisk.

Emanuele Iannarilli | Cross-Tri


Classifiche complete

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com