XTERRA European Tour: a Cipro, orde di italiani a cercare le prime emozioni.


Sembra ieri che Rom Akerson tagliava per primo il traguardo del World Championship XTERRA a Maui. Nessun italiano è mai andato molto vicino a questo risultato ma le premesse perché ciò possa succedere in un tempo verosimilmente breve ci sono tutte. E’ però inevitabile che prima di arrivare a correre e combattere per un campionato del mondo XTERRA e dire la propria si deve passare dalle “qualificazioni” e cioè da alcune tappe in cui capire quanto si è vicini ai mostri sacri del cross triathlon mondiale o quanto ancora c’è da pedalare. La sorpresa Akerson dello scorso ottobre però, insegna che nulla è davvero impossibile, anche battere il mostro attuale; Bradley Weiss! Così cantando si è entrati nella settimana che precede l’XTERRA Cipro, la prima delle tappe dell’European Tour e sembra proprio che agli italiani, Cipro come apertura di stagione piaccia proprio.

Scorrendo la starting list ma anche scorrendo le pagine dei nostri social e più in generale degli atleti e degli age group italiani si era capito che Cipro sarebbe stata invasa dal tricolore. Inoltre, gli impegni importanti per gli elitè nel 2019 si concentreranno nella prima parte di stagione con i mondiali a fine aprile, gli italiani qualche “ora” dopo e gli europei agli inizi di luglio. Poi? Tutti in vacanza aspettando il 2020.

Filippo Rinaldi

Così troviamo Filippo Rinaldi che oltre a qualche apparizione negli XTERRA italiani, non si era spinto più a nord del Lago di Garda. La prova sarà utile per lui capire a che punto è la preparazione per il mondiale di fine aprile: “Non a caso ho scelto di andare a Cipro per la prima tappa XTERRA. In questa stagione ho cambiato molto a livello di allenamento e staff dunque per me sarà un test assolutamente fondamentale. Mi alleno spesso da solo e non riesco ad avere quasi mai riferimenti, soprattutto ad inizio stagione quando le gare di triathlon cross non sono ancora iniziate.” Diversi pro hanno deciso di fare la tua stessa scelta, perciò sarà un test sicuramente probante. Diversi di questi atleti però, li hai già battuti: “Vedremo, non ho ancora dato uno sguardo alla starting list. Le iscrizioni chiudono fra qualche giorno e non vorrei creare false speranze. Credo però di essere pronto per dare battaglia, sto bene, mi sono allenato bene e non vedo l’ora di iniziare”. Dafflon per esempio. “Quando ti passa a fianco in mtb ti viene voglia di lanciare via la tua. Va veramente forte, sia in discesa che in salita.” La tribù italiana sarà ben nutrita a Cipro, ci saranno tanti atleti. “Sono molto contento, per noi, che ci divertiremo sicuramente e per il movimento italiano”.

Saltiamo da un atleta elitè ad un age-group che però tanti pro se li mette spesso alle spalle.

Mattia Torraco

Mattia ha seguito la strada dello scorso anno, scegliendo la prima tappa XTERRA per vedere se l’inverno ha dato buoni frutti. “Lo scorso iniziai a Malta che era la prima tappa dell’European tour. Arrivai secondo di categoria ma non portai a casa la slot per Maui, incredibile. Dovetti andare a guadagnarmela a Scanno a luglio dove vinsi la categoria in una gara incredibile”. Perché XTERRA? “Credo che per me sia la migliore soluzione. Voglio dire che le distanze corte non mi fanno impazzire e XTERRA è sempre una buona via di mezzo tra una gara corta dove in un’ora devi dare tutto e una lunga dove invece devi gestirti al meglio. Mi piacciono i tracciati, spesso tecnici e spettacolari. Scanno per esempio è uno di quelli che preferisco.” Qual è l’obiettivo di questa prima uscita? “Capire a che punto sono, giocarmela ma divertirmi con gli amici con i quali condividerò la trasferta. Oreste (Alegi) per esempio con il quale in 4 messaggi riusciamo ad organizzare la trasferta. Andiamo? Io prendo il volo e tu la macchina. Ok. Fine. Si parte”

Paolo Corrà

Altro Age “terribile” Paolo Corrà che a Cipro aprirà anche lui la stagione: “Adoro lo spirito che si respira nelle gare XTERRA. Non si avverte quella tensione smodata come in altri eventi. E’ tutto molto easy e rilassato. Mi piace fare nuove amicizie con gente con la quale condivido fatica e sudore. Cipro mi mancava nell’albo XTERRA e quest’anno ho deciso di partire. L’obiettivo è di portarla a termine ma sempre divertendomi.”


Marta Menditto

Dulcis in fundo Marta, Martolina, Menditto. Non poteva mancare una delle più belle realtà del cross triathlon femminile italiano. In veloce ascesa, Marta ha deciso con altri elitè di prendere l’aereo per Cipro per capire se i mondiali sono attaccabili o c’è da fare ancora per essere competitiva. “Ho avuto un inverno difficile. Sono riuscita ad allenarmi poco nei mesi che contavano e per riprendere bene il passo abbiamo deciso di “forzare” un pochino partecipando ad alcune gare proprio come allenamento e ovviamente per cercare di capire a che punto è la preparazione. XTERRA è qualcosa che mi piace molto. A Cipro non sono mai stata, cercherò di fare del mio meglio come sempre e di portare a casa ulteriore esperienza in gare di lunga durata.”

The Frenchman

Saranno, saremo in tanti a difendere il tricolore a Cipro. Saranno presenti anche Andrea Zanenga, fresco di cambio casacca, Eleonora Peroncini, una delle più forti atlete al mondo che cercherà di rendere dura la vita a mostri sacri XTERRA come Poor, Wasle, Walters. Ancora Age group con il tecnico della nazionale Davite, quattro rappresentanti dell’Endurance Training del presidente Martelluzzi. Tanti, davvero tanti per questa prima della quale cominciano a scorrere on line foto del tracciato. Sale l’adrenalina, gli aerei che ci porteranno a Cipro sono quasi in pista pronti al rullaggio. Noi, Cross-Tri e italiani in generale venderemo cara la pelle, d’altronde, come sempre no?


Cross-Tri


pic: XTERRA CYPRUS

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com