Varigotti: trionfo per Barazzuol e Fiorentino.



Varigotti (Sv),Baia dei Saraceni; domenica 21 ottobre è andato in scena l'ultimo appuntamento del triathlon off-road italiano, una gara che è ormai un classico di fine estate. Molti la amano appunto per le temperature estive che ancora si possono godere e non da ultimo, l'organizzazione impeccabile e piena di passione del Triathlon Savona che è  inoltre l'artefice di numerosi eventi multisport. Da diversi anni propone il circuito IN3PID MULTISPORT EVENT, un circuito di 2 gare (Laigueglia e Varigotti) tutte rigorosamente off-road.

I circa 120 partecipanti, fortunati e numerosi, hanno beneficiato della giornata estiva che ha offerto punte di 28°. Mare perfetto per il nuoto ed un cielo terso e azzurro; il tutto metteva davvero nelle migliori condizioni per affrontare la gara con tanta grinta.

Per i mille metri di nuoto, quest'anno si è abbandonato il troppo classico “triangolo” e si è pensato bene di proporre una frazione lineare con partenza dalla baia dei Saraceni. Costeggiando Punta Crena si arrivava alla spiaggia del molo di Varigotti dove poco distante era situata la zona cambio.


Circa 19° la temperatura, acque perfette e cristalline che permettevano di  nuotare in mezzo ai pesci che si potevano vedere molto bene. All'unanimità gli atleti hanno dichiarato che il costeggiare Punta Crena è stato motivo di grande suggestione.

La gara proseguiva rigorosamente in MTB, e che MTB! Una rampa asfaltata e piuttosto ripida conduceva nella “zona del fuoco” e attraverso la strada di Isasco si raggiungevano “le Manie”, famosa sede della 24H di Finale Ligure, celebre competizione endurance in MTB.

Qui, un anello spettacolare, veloce e tecnico permetteva di vivere una giornata epica, per quelli che amano il singletrack puro dove devi guidare fluido e veloce, preciso e misurare ogni pietra che oltrepassi per cercare di ottenere la massima performance.

I fondi erano misti, sassi, ghiaia, terra battuta nei tornanti del celebre TOBOGA, insomma, 16km sembrano pochi ma non ti lasciano molto tempo per pensare e quasi quasi, neanche per bere dalla borraccia.


Picchiata a ritroso, si ritorna nella Piazza del mare,; T2 e parte un qualcosa che non puoi chiamare ne corsa ne trail, il primo km è letteralmente un'arrampicata. E' difficile perché il triatleta sa che i primi istanti dell'ultima frazione servono per “cercare il ritmo” che ti spinge fino al traguardo, ma qui ciò non era possibile, devi arrampicare e cercare velocemente di arrivare sull'altopiano.

Un leggero tratto di discesa crea non pochi problemi, le gambe vogliono correre ma il sentiero è stretto e ricomincia a salire nuovamente, in pochi minuti si arriva sul “balcone sul mare” uno spettacolo nello spettacolo; i tetti delle case li, sotto di te mentre corri a mezzacosta, poi il sentiero scende in una DH molto rock dove serve saper correre un trail, ultima scalinata e poi arrivi sull'Aurelia, pochi metri e sei di nuovo in piazza.

La gara è finita, le distanze, apparentemente brevi, si fanno sentire, il primo atleta chiude in 1h30' mentre i primi 30 atleti stanno nelle 2h; quasi tempi da triathlon olimpico ma si sa, l'off-road è un'altra storia.


I vincitori. La sorpresa è arrivata da Filippo Barazzuol, primo triathlon per lui, ma si tratta di un atleta della nazionale di Sci Alpinismo, 29 anni Piemontese, quindi un ragazzo che ha “motore e testa”, un multisportivo visto che si allena e gareggia anche in MTB e che ha iniziato ad esplorare anche il triathlon.

Ha letteralmente pestato questa gara, praticamente conducendo la gara dall'inizio alla fine dando quasi 2' al secondo atleta Galli Filippo del POOL Cantù 1999 as, chiude il podio Zanenga Andrea del Granbike Triathlon.


La corsa femminile ha visto la vittoria di Fiorentino Martina del Torino Triathlon, seconda Caudano Carla del Monaco Triathlon e terza Annovazzi Francesca del Savona Triathlon.


Ora il Savona Triathlon cerca qualche giorno di riposo per riassettare le idee e partorire quelli che sono programmi molto ambiziosi per la prossima stagione.


Le classifiche al link.


Samuele Peroni


photo credit: Acl image

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com