Una testimonianza forte, una gara tra malattia e voglia di farcela.


La felicità e la medaglia

Salutiamo Fabrizio venerdì pomeriggio al nostro aperitivo in collaborazione con XTERRA Italy e Endurance Training. Ci racconta di essere non poco costipato e che non sa se ce la farà a correre la gara. Conoscendolo sappiamo quanto ciò gli costi in termini morali. La notte la situazione peggiora, si ritrova a stare sveglio, sul "chi va là" a causa di nausea e conati che lo svuotano totalmente. La mattina si presenta, bianco, sembra davvero abbia passato la peggior notte della sua vita. Il morale è a pezzi...non sa cosa fare. Ecco, cosa farà scopritelo voi.

"Cos’è scanno? Una nuotata, 1500 in acque libere di ordinaria amministrazione a muta vietata per 1 grado, in fondo ai quali per uscire dall’acqua ti aspettano 2 “ragazzoni” che letteralmente ti lanciano oltre il gradino da un metro che ti separa dalla prima corsa verso la zona cambio!!!! 300 m. su asfalto e parco!!! Nessuna moquette sassi e foglie per gli aspiranti xracers!

L'espressione può bastare...

Via, mtb 30km per 1400 d+ tosti tostissimi senza un minuto di tregua. Muri in salita trail mozzafiato in discesa, scale, guadi, insomma un XC di quelli seri, non c’è quasi il tempo per bere, mangiare, se non nell’ultimo km dove si transita lungolago per tornare in zona cambio. Via di nuovo, 11,5 km di trail running ed è subito salita: 1,5km per oltre 100m d+ che diventeranno 450 alla fine del giro, dove ti aspetta un urban trail meraviglioso fra le vie del paese, il muro del pianto con qualche centinaio di metri da scalare tra radici e pietre, poi il solito ultimo km di asfalto lungolago, dopo una discesa spaccagambe!!! Tutto questo in terra abruzzese, dove il contesto è duro, senza compromessi, “senza corrimano”. Le persone sono vere, sincere, di cuore! Ti sostengono, ti corrono dietro per cambiarti una borraccia mancata al primo tentativo!!

L'arrivo dopo 4 ore e 25 minuti.

Gara speciale in un giorno speciale! La mia famiglia presente a tifare, urlare, incitare! Mia madre preoccupate per le ambulanze che di tanto in tanto intervenivano Mio figlio, sempre presente in zona cambio a sovrintendere le operazioni! Ecco questo è stato per me XTERRA Italy Lake Scanno! Inoltre, la notte prima sono stato malissimo, e ho rischiato di non gareggiare. In dubbio fino alla fine tra vertigini e nausea, ma poi il mio angelo mi ha detto “smettila di frignare e vai a guadagnarti la tua medaglia” e così è stato!!!! Ho sofferto?... si! Lo rifarei? Sisisi! Ora riprovo a dormire, ma è quasi impossibile con tutta l’adrenalina che ho ancora addosso. Ci vediamo il prossimo anno Scanno!"


Fabrizio Cicchinelli

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com