Mercato Cross: Matteo Bozzato alla Pool Cantù.


E' ora di mercato nel cross. Da qualche settimana ormai si parla del passaggio del giovane Matteo Bozzato alla corte della Pool Cantù di capitan Figini. Matteo lo scorso anno ha dimostrato ampiamente di avere doti importanti per poter emergere in questa disciplina andando molto vicino a colpi importanti durante gare XTERRA. Dotato di una frazione di nuoto che lo lancia di diritto tra i 5 migliori in Europa e di una mtb consistente deve ancora fare i conti con la gestione della gara per non pagare poi dazio nella terza frazione, nella quale in qualche occasione non si è espresso al meglio?

Perché? Sentiamolo da lui direttamente.

"Non mi sento ancora nella vera élite degli atleti forti e non credo sia ancora troppo pericoloso per i miei avversari. Nelle distanze corte sicuramente ho molte più chance, nelle lunghe devo ancora migliorare molto."

Cross-Tri: "Prendiamo per esempio XTERRA Lake Garda 2019 dove eri in testa insieme a Filippo Rinaldi fino alla t2. Poi i crampi ti hanno messo fuorigioco già in zona cambio"

Matteo Bozzato: "Quel giorno a Garda penso che sia stata una delle giornate più dure che ho mai affrontato. Secondo me li è stata tutta una combinazioni di cose. L’acqua era molto fredda, sono uscito fuori che non capivo dov’ero. La testa era congelata. Il secondo giro a nuoto è stato molto difficile soprattutto nella navigazione perché le boe erano molto lontane e non si vedevano molto. Poi in bici mi sono ritrovato lì davanti, le gambe giravano forte e allora ci ho provato. Ho spinto forte, ma alla fine entrato in zona cambio quando ho infilato le scarpe ho capito che forse avevo esagerato. Crampi fortissimi ai quadricipiti (a pensarci mi viene la pelle d’oca) la corsa è stata un calvario, ero talmente finito che mi venivano i crampi ai bicipiti. Ho strisciato fino al traguardo."

Cross-Tri: "Forse per te la frazione peggiore è la corsa. Credi ciò dipenda dal fatto che la tua corsa non è ancora all'altezza o perché le energie spese nelle due frazioni precedenti non ti permettono di dare il massimo nel finale?"

Matteo Bozzato: "Diciamo che la corsa tra le tre è quella dove fatico di più anche in allenamento. Però l’anno scorso sono riuscito a lavorare molto bene tutto l’inverno dando continuità e facendo molti km. Quando corro a secco riesco a correre abbastanza bene, invece nella frazione del triathlon patisco un po’. Secondo me devo rinforzare la frazione bike per riuscire a scendere più fresco e correre meglio."


Cross-Tri: "In tutti i casi qualcosa si è mosso e ti ha portato al Team pool Cantù. Trovi tanti amici e un buon appoggio. Cosa significa per te? Come sono andate le cose?"

Matteo Bozzato: "Dalla Pool Cantù è arrivata una bella proposta soprattutto a livello di crescita. Da fuori mi è sempre sembrata una bella squadra solida sia a livello di organizzazione che di atleti. Poi Figio (Francesco Figini) mi ha dato fiducia, mi è piaciuto quello che mi ha proposto e allora ho deciso di fare questo cambiamento."

Cross-Tri: "Radiomercato parlava di un interessamento da parte di un team europeo che avrebbe voluti averti tra le proprie fila. Cosa ha pesato nella tua scelta?

Matteo Bozzato: "Sono stato contattato da team T-Vert per correre con loro la prossima stagione. L’offerta era ottima però non mi sono sentito ancora pronto per fare un passaggio così grande, ho ancora bisogno di crescere come atleta e mi sembrava un passo più lungo della gamba andare con loro. Quindi ho preferito dare tempo al tempo."

Cross-Tri: "Il 2020 può essere l'anno in cui potrai davvero combattere per le posizioni che contano. Sappiamo che hai anche cambiato allenatore. Quanto credi possa esserti d'aiuto ciò?"

Matteo Bozzato: "Speriamo di combattere nel 2020. Ora con il nuovo allenatore stiamo iniziando ad imbastire la prossima stagione e poi si vedrà. Questo cambiamento mi da un po’ di motivazione in più per combattere."


In bocca al lupo a Matteo e alla Pool Cantù che ha creduto in lui e che va a nutrire di forze fresche un rooster già importante. Capitan Figini, a quando un innesto importante femminile nel team?


Emanuele Iannarilli | Cross-Tri


Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com