Me.Pa Duathlon Cross della Brianza: Ridolfi, dall’Umbria, fa furore. Bolzan davanti a Menditto.


Sovico (Mb): ed eccolo qua, il nostro primo report post gara di un duathlon cross. Il duathlon per sua natura non è una disciplina che annovera distanze lunghe, non per questo però risulta essere meno difficile e impegnativo; soprattutto se a mettere le mani al percorso sono i ragazzi del TTB, Triathlon Team Brianza, che chiudono la terza edizione dell’evento con il numero più alto di iscritti: 163.

I test del percorso delle passate settimane avevano messo a nudo quelle che erano le caratteristiche migliori dei tracciati di gara, ma anche le peggiori. Per peggiori si intendono le difficoltà tecniche che si nascondevano in un percorso che misurava 3km di trail running, 14 di mtb su due giri ed un ulteriore chilometro e mezzo di trail per chiudere la fatica. La neve per fortuna ha desistito qualche giorno fa, il ghiaccio anche, il fango e il viscido in alcuni punti invece, no.

Attimi prima della partenza. Cross-Tri in diretta fb.

Imbarazzante la partenza della gara maschile. Lanciati a velocità da centometristi prendono la testa della gara Cucco, Ridolfi e lo junior, Spagnolo, seguiti da Galli, Fognini, Davite, Zanenga. I primi 3 chilometri volano in poco più di 10 minuti, media da corsa su strada. E’ il portacolori delle Frecce Bianche, Gianfranco Cucco che arriva per primo in zona cambio, seguito dal duo Galli-Ridolfi. Il segreto della prima frazione ce lo svela lo stesso Cucco: “Il coach (Stefano Davite) mi ha consigliato di mettere le scarpe chiodate per la prima frazione visto che le avevo. Indubbiamente è stato un vantaggio importante per me, non avevo problemi di equilibrio e avevo molta più presa nei tratti di salita ripidi e scivolosi.” In mtb però le carte si mischiano in fretta.


Ridolfi parte all’attacco di Galli e va a prendere poco dopo anche la testa della gara. Cucco però rimane sempre in zona senza mai mollare. Galli invece vede arrivare da dietro il trio Fognini-Zanenga-Davite e insieme rimangono per diversi minuti. Davanti continua l’elastico tra l’umbro Ridolfi e Cucco che si riporta sotto arrivando in zona cambio attaccati. La terza posizione rimane quanto mai in bilico fino ad un piccolo errore di Zanenga nel tratto misto in zona “tre rive” che apre all’esperienza di Fognini che scava un solco di poco più di 10 secondi che gli permette di “cavare” letteralmente da ruota il trio.

Galli, campione regionale uscente, sembra pagare qualcosa nella frazione mtb tornando però a chiudere il buco grazie anche a qualche piccolo errore di Davite. L’ultima frazione, 1,5 km con i battiti che superano se possono anche i valori massimi consentiti, diventa infuocata. Tutti si aspettano la vittoria di Cucco come dimostrato nella prima frazione di trail. Ridolfi invece sembra aver deciso di sfruttare a pieno la sua lunga trasferta per mettere un bel punto esclamativo sull’inizio di stagione. Galli sembra nuovamente trasformato dall’abbandono della mtb e torna a correre forte. La rincorsa su Fognini e alla maglia regionale riparte da subito ma…

Zanenga e Davite invece hanno qualcosa meno da spendere e si giocano la quinta e la sesta posizione con Molteni, settimo, rimasto completamente solo con circa 2 minuti di svantaggio e poco più di due di vantaggio sugli inseguitori.

Ridolfi e Cucco al traguardo

Arrivano a braccetto Ridolfi e Cucco. Ma è il primo che taglia il traguardo di qualche centesimo davanti: “Sono molto contento. Sono venuto a Sovico per capire a che punto è la mia preparazione per i prossimi appuntamenti. Nella frazione mtb sono riuscito a recuperare il gap da Gianfranco. Ho provato ad andare via ma poi ho visto che era meglio stare insieme; alla fine stavo bene e ce la siamo giocata fino alla fine. Stupendo percorso, divertente e impegnativo. Cucco: “In mtb Riccardo va forte. Quando è arrivato a prendermi è andato subito via. Ho cercato di dare veramente tutto e di più davvero non avrei potuto fare. Nell’ultima frazione eravamo a limite entrambi e non ho avuto le forze per passare. Organizzazione top, vero cross.”. Il terzo posto? Dice Fognini Pool Cantù, che si aggiudica anche il titolo di campione regionale lombardo. A pochi secondi arriva Galli, stesso team, autore di una buona terza frazione ma non sufficiente per mantenere la maglia di campione regionale.

Menditto prima frazione running.

Nella gara femminile invece tutto sembra essere facile per Marta Menditto dopo la prima frazione di corsa, se non fosse che Matilde Bolzan apre letteralmente il gas; la prende nel corso del primo giro e stacca l’amica e compagna di team senza nessuna riverenza. Il vantaggio aumenta in modo considerevole chilometro dopo chilometro scavando un solco incolmabile per Menditto nella terza frazione.

Mtb da primato per Matilde Bolzan

In terza posizione, dopo un’ottima prima run di Martina Stanchi, arriva il ritorno di Gilioli Dorotea Viola che stacca il secondo tempo di manche in mtb prendendo vantaggio sufficiente per difendere il terzo posto ma non sufficiente per attaccare Marta Menditto al secondo. Si laurea campionessa regionale femminile di duathlon cross, Della Cagnoletta Vittoria, Triathlon Alto Lario.

RIdolfi, Cucco, Fognini, il podio finale uomini

La cronaca è cronaca, ma le sensazioni provate ad assistere alla gara sono altra storia. Dobbiamo ammettere quanto sospettato già in fase di test tracciato e cioè che il Triathl

on Team Brianza con Fabio Lissoni a dirigere le operazioni sono stati davvero perfetti. Zona logistica molto ben organizzata, segnalazione e “fettucciamento” percorso senza nulla lasciato al caso. Percorso studiato e pensato per mesi per rendere il tutto molto divertente ma alquanto faticoso. Le distanze traevano sicuramente in inganno, la realtà è stata ben diversa da una passeggiata domenicale. Sempre in spinta, sempre con gli occhi aperti sulla migliore strada da percorrere. Strappi, contro strappi, veloci discese alternati a tratti pianeggianti da spingere sui pedali. La sensazione su gran parte del percorso era sempre di avere la ruota incollata al terreno, infido e per niente scontato. A condire tutto ciò c’erano anche grandi professionisti a presentare l’evento, speaker D’Annunzio è uno di quelli, e Battista Merisio di Mtb Channel che regalerà i momenti salienti della gara tramite i propri canali. C’era anche la federazione con Mauro Garavaglia responsabile regionale, che sembrava dovesse essere anche della partita agonistica ma tenuto fuori all’ultimo momento da una brutta influenza.

Grande esperienza al DXB, grande passione di tutto il gruppo Triathlon Team Brianza e grandi emozioni regalate da una gara sospesa ad un filo, fino all’ultimo metro.

Classifiche complete

Cross-Tri




Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com