Magnetic Days; intervista a Luca Bianchini seconda parte.


Qualche settimana fa vi abbiamo proposto la prima parte dell'intervista a Luca Bianchini ex tecnico Fitri e attualmente coach MagneticDays. Godetevi la seconda parte del nostro lavoro per avere ancora più chiare le potenzialità di quello che sta diventando un vero e proprio must trai i sistemi di allenamento indoor nazionale e internazionale.

Cross-Tri | Abbiamo avuto modo di capire, o meglio, venire a conoscenza che, all’interno dei programmi che il sistema utilizza ce ne sono alcuni che vengono definiti “autocalibranti”. Addirittura nella nuova applicazione è stato introdotto qualcosa che facilita questo utilizzo. Aiutaci a capire di cosa stiamo parlando.

Luca | L’allenamento autocalibrante è una modalità evoluta di allenamento adattabile alle esigenze dell’atleta. Se noi dovessimo lavorare su parametri fissi, l’allenamento avrebbe una sola finalità. Modificando i parametri di soglia, si possono ottenere molti allenamenti. Al termine di un riscaldamento viene fatto eseguire un test veloce. Andando a stimare la soglia in quel momento, la seconda parte dell’allenamento viene riadattata sui parametri individuati nel test. Se oggi facciamo il test iniziale raggiungendo il nostro massimo, verrà tutto ricalibrato in base ai quei parametri e l’allenamento diverrà ad alta intensità. Se nel test ci fermiamo al 60% delle nostre capacità reali, l’allenamento risulterà prevalentemente aerobico. Questa modalità di allenamento permette di ottenere svariati benefici. Gli allenamenti autogestiti, invece, sono elaborati con lo stesso concetto, ma non è la macchina che decide qual è la soglia, bensi l’utente che inserisce i dati e l’allenamento viene ricalcolato. Il 70% di 200 è diverso dal 70% di 300, di conseguenza, in base al parametro di soglia che viene inserito, l’allenamento verrà reimpostato. Questa modalità è totalmente controllata dall’atleta. Ovviamente prima di procedere in questo modo è necessario conoscere i propri parametri di soglia e le relative zone di allenamento.


Cross-Tri | Dalla nostra esperienza di utilizzo/test del sistema siamo riusciti a capire che una seduta di qualità fatta sul JARVIS è assolutamente più allenante di un allenamento in strada, sia in termini di tempo che di altri innumerevoli fattori. Cos’altro ti senti di aggiungere? Perché è preferibile fare qualità sul JARVIS e in quale altro modo possiamo sfruttarlo?

Luca | L’allenamento organizzato ha sempre dato i suoi benefici in termini di prestazione. Se all’organizzazione diamo anche un allenamento efficace, allora l’obiettivo è raggiunto in maniera ottimale. Se dovessimo proporre un allenamento MD in strada sarebbe una cosa impossibile. Se chiedo al mio atleta di mantenere esattamente il 72,5% della sua FTP per 34 secondi, cosa succederebbe in strada? Il primo problema sarebbe trovare il rapporto ideale, poi dovrei essere un metronomo in termini di cadenza, infine dovrei guardare continuamente il computerino del misuratore di potenza. Oltre ai problemi di sicurezza stradale, è abbastanza evidente che una cosa del genere non può essere eseguita in strada. Già con un ciclomulino o un rullo qualunque di queste cose è improbabile, figuriamoci in strada. MD è uno strumento che ti permette di concentrarti sull’allenamento e focalizzare ogni energia in quello che si sta facendo, senza intoppi. Un lavoro di qualità è possibile farlo anche in strada, ma se ogni parametro viene controllato, lo stimolo che viene dato all’atleta sarà fine, preciso e specifico per raggiungere l’obiettivo.

Cross-Tri | Mettiamo da parte per un attimo il campo di allenamento puro. MagneticDays è utilizzato anche nel campo della riabilitazione e del wellness. Come e perché può essere un fedele compagno di tutti coloro che non ambiscono a prestazioni particolari ma vogliono solo sentirsi in forma?

Luca | Il benessere è un aspetto da non sottovalutare, soprattutto in questo periodo storico dove lo stress generale, dovuto al ritmo frenetico, è elevato. Un’attività cardiovascolare costante permette di eliminare gli ormoni dello stress (cortisolo): 30 minuti di attività motoria al giorno è quello che consigliano i medici. Di solito, consigliano una camminata svelta (assimilabile ad un’attività cardiovascolare). Anche su MD si può fare questo. Gli allenamenti sono scritti specificatamente per gli obiettivi della persona indipendentemente dall’obiettivo che si vuole raggiungere. In questo periodo stiamo facendo anche delle sperimentazioni con la riabilitazione cardiologica (insieme all’università di Pisa) per utilizzare MD come strumento medico. Oramai è riconosciuto a livello mondiale che lo sport sia una tra le migliori medicine. Utilizzare lo sport per riabilitare il cuore (soggetto privilegiato nell’attività di endurance) è la strada che permette alle persone di stare bene, contenere l’uso dei farmaci e rimanere in forma. Lo sport non deve essere visto solo come attività agonistica, ma come stile di vita per il benessere generale. Con MD si può fare tutto questo restando comodamente a casa, senza dover uscire per andare in palestra o prendere la bicicletta anche nei periodi invernali o estivi (è sconsigliato fare attività fisica con le alte temperature) con l’aria condizionata.

Cross-Tri | Per concludere, il sistema MagneticDays, rispetto ad altri competitor, in cosa si distingue?

Luca | Lo strumento è leggero (9 kg), pratico (si mette in un trolley delle dimensioni da cabina per gli aerei), versatile (si adatta a tutte le biciclette in commercio, dalla bicicletta da passeggio alle più moderne bdc con perno passante fino a tutti i modelli di MTB). L’App MD WiFi, scaricabile sugli smartphone e sui tablet, permette di avere il controllo dello strumento. La metodologia di allenamento, innovata continuamente dai nostri coach grazie al prezioso lavoro del team di ingegneri MD, permette un allenamento personalizzato al 100% con il plus non indifferente di un contatto umano costante.


Cross-Tri | Emanuele Iannarilli

Luca Bianchini | MagneticDays

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com