Irontour isola d'Elba. Il racconto delle prime due giornate.


Podio primo giorno Irontour 2019 Naregno-Calamita

L'Irontour ha aperto le danze ieri mattina con la prima tappa con partenza dalla spiaggia di Naregno. La cronaca delle due giornate la lasciamo al nostro Luca che è sul posto in veste di atleta (e che atleta) ma che ci ha regalato una sintesi tutta sua delle prime due tappe. Noi abbiamo voluto invece sentire i primi due vincitori di tappa; Tommaso Gatti e Francesco Figini, entrambi della Pool Cantù che ci hanno raccontato come sono arrivati a guadagnarsi la vittoria finale.

Tommaso Gatti: "Sono all'Elba per rifinire la preparazione per il mondiale che correrò tra qualche giorno in Spagna. Ieri sono partito abbastanza bene in acqua dove ho perso relativamente poco da Filippo (Pradella). Lui in acqua va molto forte ma sono riuscito a ricucire lo strappo in mtb proseguendo poi la frazione insieme. Nella corsa ce la siamo giocata e alla fine l'ho spuntata praticamente a 500 metri dal traguardo. Oggi riposo, domani anche, mentre torna in gara Filippo poi corro la penultima tappa."

Podio seconda tappa: Figini, Fognini, Panzavolta

Francesco Figini: "Dovevo approfittare dell'assenza di Tommaso e Filippo e provare a vincere la mia tappa. Sono partito forte in acqua poi durante la frazione mtb è arrivato Fausto (Fognini). In t2 mi sono "beccato" una penalità per aver commesso un'ingenuità con il casco e ho dovuto veramente forzare per andare a prenderlo. Poi però sono riuscito a stargli davanti e portare mio figlio con me sul podio."

Tra le donne neanche a dirlo trionfa in entrambe le tappe Eleonora Peroncini particolarmente affezionata alla gara elbana. Oggettivamente non c'è stata mai storia per la classifica finale. Buoni allenamenti per lei in vista del mondiale.

Podio primo giorno donne

Ora lasciamo spazio a Luca Cucciniello che ci racconta l'Irontour e la sua personale esperienza delle prime due fatiche.


"Passate indenni le prime due tappe dell'irontour mtb, che si conferma per ora la bellissima manifestazione che già avevo avuto modo di vivere lo scorso anno. Anche quest'anno la prima tappa parte da Naregno e si conclude sul monte Calamita nel piazzale antistante il museo delle miniere. La differenza è la distanza che quest'anno è stata ridotta per farne uno sprint come le successive 4 tappe. Il percorso però è rimasto sostanzialmente uguale ma invece di fare 2 giri in mtb e di corsa dello stesso anello, se ne fa uno solo. Ora non ricordo la fatica dello scorso anno (sindrome comune a tutti i triatleti, altrimenti non si spiegherebbe perché anno dopo anno si ripresentano a fare queste fatiche epiche..) ma quella di quest'anno è stata davvero tanta, forse perché la prima tappa o perché il giro in bici aveva praticamente solo salita....tutto ampiamente ripagato dai panorami, dai sentieri tirati a lucido e dal pasta party finale.

Oggi, seconda tappa e sulle spiagge che guardano a sud il vento da scirocco alza onde di oltre un metro....buongiorno! Per fortuna la baia di Porto Azzurro, sede della seconda tappa, è protetta dal vento e dunque la frazione di nuoto si fa in acque abbastanza tranquille. Tolta la muta, parte il doppio giro in mtb che dopo  la famosa scalinata del paese (fatta rigorosamente a piedi in salita) si arrampica sulla collina dietro il paese con oltre 4 km di salita continua per poi ributtarti in paese sempre passando per la scalinata (fatta in bici, almeno in discesa...). 2 giri e poi si parte con il trail, che neanche a dirlo appena usciti dalla zona cambio parte con una gradinata che neanche Messner. Questa dei gradini a freddo è una tipicità dell'iron tour. Giro sulla famosa camminata dei carmignani che da porto azzurro porta alla spiaggia di Barbarossa, salendo sulla scogliera e poi di nuovo (in salita) riporta a Porto azzurro. 2 giri e poi arrivo in centro paese tra gli sguardi di turisti, familiari e curiosi (tantissima gente!!). All'arrivo pasta party a base di  lasagna e, altra chicca da segnalare il servizio massaggi a disposizione per tutti (Grazie in particolare ad Ilenia, che ha fatto un gran bene alle mie gambe nonostante le mie suppliche perché facesse piano... 😉 ). Che dire, domani terza tappa, speriamo nel meteo che fino ad ora, nonostante tutto, ha tenuto e via col gas!!"


Classifica primo giorno

Classifica secondo giorno


Cross-Tri

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com