Il primo RE: Ned Overend. Una carriera infinita, tra strada, XTERRA, Mtb.


“Il polmone è l'organo essenziale per la respirazione per molti animali, e in particolare per i vertebrati tetrapodi. La sua principale funzione è di trasportare l'ossigeno atmosferico ai fluidi corporei come sangue o emolinfa, e di espellere anidride carbonica da essi all'atmosfera” (courtly from Wikipedia).

In inglese il polmone si traduce “The Lung” e per noi biker storici prima e triathleti con la X davanti poi, ha un solo altro significato: Ned Overend.

Detto anche deadly Ned, per i ritmi asfissianti che sapeva imprimere in salita, in particolare quando l’altitudine si alzava, è stato uno dei primi bikers iconici del ciclismo agonistico fuoristrada. Primo campione del mondo cross country a Durango 1990 (precedendo nell’albo d’oro l’altra icona dell’epoca Johnny Tomac, che vinse l’anno dopo in Italia al Ciocco), vincitore di svariati titoli statunitensi Norba e di prove di coppa del mondo, ha avuto una carriera eccezionalmente longeva (ultimo titolo vinto quello assoluto americano di Fat Bike nel 2015, a 60 anni!!!).

Overend a Maui per il mondiale XTERRA

Il ritiro dalla mountain bike Pro di altissimo livello avviene nel 1996 a 40 anni ma Ned non era esattamente il personaggio che fa vita da pensionato. Non aveva certo di che annoiarsi in quanto da sempre attivo collaboratore e collaudatore di Specialized nello sviluppo dei prodotti, ma il sacro fuoco dell’agonismo continuava a bruciare nelle sue vene, quindi per mantenersi in forma prima ha aggiunto alla bici nuoto e corsa e poi, giusto per divertirsi un po’, ha iniziato a partecipare a qualche triathlon..

Nel 1996 è a Maui al via del primo XTERRA di sempre dove giunge terzo, l’anno dopo ritorna ed è secondo e nel 1998/1999 diventa per due volte consecutive campione del mondo XTERRA alla tenera età di 42/43 anni. Nel 2004 torna a fare un giro nell’isola e fa segnare il 9° parziale in bici ed è 21° assoluto, a 50 anni!!! Nel 2002 è stato anche campione nelle XTERRA USA Series. Alla fine della sua carriera in XTERRA, i commentatori della gara lo chiamarono rispettosamente "Il Vecchio della Montagna".

Ned comunque non è scomparso, frequenta ancora gare in bici di svariate specialità (visto di recente anche in Italia alla Hero) mettendosi puntualmente dietro bikers che potrebbero essere suoi nipoti e rinnovando il mito degli Highlanders off road.

(Nella foto sotto è con un personaggio che ha aggiunto giusto qualcosina a quello che lui aveva iniziato, ma questa è - forse sarà- un’altra storia)

Overend e un giovanissimo Conrad Stolz, The Caveman!

Roberto Piazza

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com