Ibiza Multisport Event: Italia convinta dei propri mezzi.


Mancano meno di 10 giorni all’Ibiza Multisport Event dove si disputeranno diverse discipline sportive tra le quali acquathlon, duathlon cross e ovviamente cross-triathlon.

Senza mezzi termini possiamo dedurre dalle convocazioni diramate dai tecnici FITRI che rispondono ai nomi di Alessandro Alessandri, coordinatore nazionale multisport, coadiuvato dai tecnici, Massimo Galletti e Stefano Davite, che l’attenzione della federazione è sicuramente concentrata verso il cross-triathlon, la nostra grande passione.

Ben 17 dei 19 convocati rispondono al cross in 2 diverse discipline: il duathlon cross e il triathlon cross. Di questi 17, 15 sono nel cross. Non sta a noi fare delle deduzioni su ciò, ma appare molto evidente quanto la federazione tenga a questa disciplina. Lo ha dimostrato anche nella stagione 2018 “inviando” tanti atleti a farsi le ossa alle gare del circuito XTERRA, in Italia ma anche all’estero, con diversi piazzamenti di prestigio. Lo stesso vale per gli atleti junior e under23, sempre più presenti e competitivi. Non possiamo che essere contenti di ciò e non vediamo l’ora di poter tifare per i nostri ragazzi.

Ma passiamo ai nomi:

Per il duathlon cross junior; Filippo Pradella e Marta Menditto.


A Marta abbiamo chiesto quanto e se le abbia fatto bene partecipare ad eventi come l’XTERRA e se il suo coach, Davite, crede che possa fare dei risultati a Ibiza; ci ha risposto così: “Penso che aver partecipato ad eventi così grandi e importanti come gli XTERRA mi abbia fatto crescere molto. Confrontarsi con le migliori atlete europee e mondiali ti fa capire davvero quanto ci sia da lavorare e quanto bisogna essere davvero forti per vincere. A volte sono proprio questi pensieri che ti danno quella spinta in più in allenamento, sapendo di essere la più “piccola” e molto meno forte delle altre aiuta, tanto. Ibiza la vedo un po’ come una transizione; tra tre mesi non sarò più junior ma li gareggerò ancora come tale. Mentalmente ormai mi sento sempre più proiettata a correre costantemente con le elite. Il duathlon è una gara che mi piace molto e mi diverte, non nascondo che fare la distanza da grandi mi attirerebbe un sacco. Nel triathlon mi piacerebbe fare una gara davvero bella per chiudere al meglio la mia carriera giovanile. Stefano non mette pressione, a volte sa meglio lui di me come sto in quel periodo, ma non me lo dice spesso. Come ogni anno andremo la per vincere, concentrati, e poi dopo aver dato il massimo, saremo contenti del risultato che verrà. Tanto sono ancora junior, dall’anno prossimo si inizia a far seriamente”.

Per l’aquathlon: Bianca Seregni

Per il Cross-Triathlon elite:

Filippo Rinaldi, Mattia De Paoli, Riccardo Ridolfi, Eleonora Peroncini, Sandra Mahirofer e Bianca Morvillo.

Filippo Rinaldi ci confida di non arrivare da un periodo molto semplice e felice sotto il profilo personale: “La testa è una percentuale importante di una prestazione ma anche “solo” per allenarsi al meglio. Da agosto ho avuto un periodo poco felice e dunque non mi sento in formissima anche se il peggio ritengo sia ormai alle spalle. Prepararsi bene ad un appuntamento del genere richiede serenità e concentrazione, cose che ho ritrovato. Ci proveremo sicuramente fino alla fine.” Chi ritieni possa essere tra i favoriti?: “Marcello (Ugazio). Sta attraversando un ottimo periodo di forma e il percorso sembra gli si addica molto.”


Sandra Mahirofer invece ci confida: “L’emozione e l’orgoglio di vestire il body della nazionale sono al massimo. E’ la mia prima volta e sono davvero molto motivata e concentrata. Mi sono allenata duramente e certamente darò tutto fino alla fine. Il passaggio al Team Tvert mi motiva ancora di più per la prossima stagione XTERRA, per l’Europeo darò il massimo prima di tutto per me stessa.”


Cross-Triathlon Under 23:

Marcello Ugazio, Emanuele Aru, Matteo Bozzato, Tommaso Gatti, Matilde Bolzan.


Matteo (Bozzato) invece ci ha risposto così: “Beh sicuramente per me è la prima volta con la maglia azzurra ed è molto emozionante; la voglia di gareggiare è tanta, le sensazioni sono buone, il grosso del lavoro è stato fatto ora bisogna solo smussare un po’ gli angoli e poi ci siamo... gas a martello e andiamo (come dice il buon Guido Meda). “

Anche lui stra-convinto e felice di essere parte della spedizione.

>


Marcello Ugazio raggiunto al telefono: “Non so ancora chi sarà presente a Ibizia. Serrieres sarà sicuramente un gran rivale. Io mi sento molto bene ma non so come stanno gli altri dunque non so fare un pronostico. Da quel che sembra la frazione in mtb non sarà molto tecnica; meglio per me che se invece lo fosse potrei soffrire più degli altri. La corsa invece non sarà lunghissima mentre io preferisco frazioni più lunghe. Per quel che riguarda la pressione…ecco, si un po’ di pressione c’è, ma si lavora sempre per essere al massimo e fare meglio possibile.”

Per il Cross-Triathlon Junior:

Filippo Pradella, Marta Menditto, Leonardo Pasquotto e Francesco Podda.


Lo junior Podda: “sicuramente gareggiare con la maglia azzurra è sempre una grande emozione, per quanto riguarda la preparazione ognuno sa quanto può essere in forma, per fortuna la convocazione è uno stimolo che ti aiuta a finire ogni allenamento. Per quanto riguarda la scelta del Cross-triathlon devo dire sinceramente che è nata per caso; ho sempre fatto Mtb sin da piccolo e buttandomi nella mischia all’Xgardaman 2017 ho visto che me la cavavo, allora ho deciso di puntare a pieno in questa disciplina”.


Non rimane che aspettare qualche giorno e gli Europei saranno realtà.

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com