Duathlon Cross delle Ville Tuscolane: Rotondi e Battenti portano a casa la vittoria.


Partenza Ville Tuscolane Duathlon Cross

Una gita fuori porta? “ma dde che?!”. Vi assicuro che la gara era impegnativa come il vino de li castelli e il panino con la porchetta!

Organizzazione che vince non si cambia, magari si migliora e magari si alza l’asticina delle difficoltà . Lo scenario che ospita l’evento lascia tutti sgomenti poiché si avvale delle meravigliose ville seicentesche di Villa Aldobrandini e Villa Rasponi, è proprio il caso di dire che non ci sono più gli architetti e gli urbanisti di una volta. Digressione a parte circa un centinaio i partecipanti complessivi provenienti dal Lazio, Abruzzo, Campania, Toscana e Umbria.

Podio per gli uomini

Vincitore uomini. pic: foto in corsa

Rotondi 1:08:00

Petroni 1:10:09

Romaggioli 1:12:02


Podio donne

Battenti 1:22:08

Quattrocchi 1:34:42

Mastrangelo 1:46:29


Ritorniamo al dettaglio gara: quest'anno i ragazzi della CR TRIATHLON hanno allungato ...le sofferenze. 3km Corsa, 15km mtb, 1,5km Corsa, per un totale complessivo di 500m di dislivello.

Il singolo giro del percorso run parte dalla prima terrazza della villa, si curva a sinistra ed è subito salita(!!!) per accedere alla seconda terrazza, quella fronteggiante l’ingresso al palazzo della villa , si curva a destra e si va ad attraversare il Teatro delle Acque, ed é ipossia fulminante dovuta alle bellezze architettoniche e scultoree e all’adrenalina della gara.


Si sale fino al boschetto che sovrasta la villa per poi ritornare percorrendo una discesa rock’n roll, (egregiamente segnalata da due volontarie fantastiche che preferiscono la gara agli episodi domenicali di “Violetta” ) ad attraversare nuovamente il Teatro delle Acque. Il lap si conclude con il passaggio sulla terrazza iniziale.

Secondo giro poi zona cambio casco mtb e via!

Il tratto in bici è infimo perché ha un bel dislivello, si inizia con un discesone in un prato che porta fino ai cancelli di ingresso della villa, poi inizia una salita atavica, utile a fare selezione, gli amanti delle ruote grasse si eccitano, "i bitumari" scendono e spingono, la salita prosegue attraversando un "kiweto" e va ad innestarsi sul circuito mtb da ripetere tre volte.

Azzeccata la ricerca del circuito. Salite brevi ma ripide su terreno compatto, un paio i rettilinei lunghi il giusto, per mettersi a ruota?MAGARI.

C’era la ghiaia e glutei e quadricipiti imprecano. Tra un’imprecazione e un’altra uno dei volontari segnala l’inizio della discesa. Il tratto iniziale è in single track; o rischi e passi di forza, o non avendo provato il percorso, usi la testa , magari chi ti precede sceglie le linee giuste.

Ne approfitti per recuperare lucidità.

Opzione due ! Come i giri ancora da fare .

Ma ritorniamo alle discese , terminato il tratto in single track inizia un tratto complessivamente con pendenza negativa ma misto di strappi in salita , rettilinei e cambi di direzione , senza appoggi ( malefici ) che rendono la guida cattiva , nervosa e intransigente.

Sorso d’acqua, gel e ripeti per due. Alla fine del terzo giro i volontari ti switchano verso la zona cambio.

Altri 1500 m di sofferenza alleviati solo dalla bellezza del Teatro delle Acque e ripagati poi da un lauto e ignorante pasta party a base di porchetta e vino.

Ottimo l'impegno. Buonissima l'organizzazione. Capolavoro la location.

Chiunque voglia familiarizzare un po’ con l'XTERRA è nel posto giusto.

Road to...XTERRA!


Kikko Rofrano

Cross-Tri

Cross-Tri di Emanuele Iannarilli - Via Montale, 22 Anzola dell'Emilia (BO) - Italy - P.Iva 03438921201 - infocrosstri@gmail.com